Chi Siamo

 

NapoliMandoliOrchestra

I musicisti

Il Mandolinista è un sognatore ed un eterno innamorato della vita che interpreta un repertorio antico e vasto che spazia da Paisiello a Mozart, da Schoenberg a Pino Daniele, in un viaggio nella storia e nelle emozioni.

Siamo Mauro, Vincenzo, Luigi, Tiziana, Massimiliano, Enzo, Luca, Roberto, Adolfo, Massimiliano, Carmen, musicisti della NapoliMandolinOrchestra e membri dell’Accademia Mandolinistica Napoletana, associazione che ha una lunga storia.

Mauro

M. Mauro Squillante

Ero destinato ad un altro tipo di vita: avrei voluto girare il mondo grazie ai miei studi universitari; poi la folgorazione, in età già adulta, come se all’improvviso avessi aperto gli occhi per vedere, dietro ciò che si racconta, la vera essenza della cultura di Napoli. E poi il mandolino… da allora la mia vita è cambiata. Grazie a Dio però il mondo me lo sono girato lo stesso.

Email: maurosquillante@gmail.com
Twitter: Profilo @maurosquillante
Instagram: maurosquillante
Max

Massimiliano Essolito

Iniziai a suonare il mandolino quasi per gioco dedicando una “classica serenata” ad una ragazza. Per fortuna fu il mio primo successo. Da allora un legame indissolubile legò questo nobile strumento alla mia anima. Quando suono il mio primo scopo è cercare di regalare piacevoli emozioni. Penso che non ci sia soddisfazione più grande che rendere partecipe gli altri del proprio bene. Per questo e non solo amo il mandolino.
Email: max_essolito@hotmail.it
Twitter: Profilo @Maesso
Instagram: maximilianoessolito

 

Adolfo Tronco

ado acc

L’amore per il mandolino mi è nato da bambino quando a casa mia provava un orchestra di mandolini, mandole, mandoloncelli e chitarre. Mi affascinò il suono melodioso l’avrei ascoltato per ore e mi sarebbe piaciuto suonare in quell’orchestra. Quando in occasione dell’Epifania mi regalarono questo meraviglioso strumento fu per me un’emozione fortissima che provo ancora oggi quando lo suono.

Email: adolfotronco@gmail.com
Twitter: @AdolfoTronco

  Roberto Padula

rob 
Nella mia vita ho fatto tante cose, forse anche troppe secondo alcuni. Ma una presenza costante e sicuramente determinante, c’ è sempre stata. La Musica. Si, quella con la M grande, che ho iniziato a leggere forse prima delle parole, il comune denominatore di tutte le mie “scelte importanti”, giuste o sbagliate, coscienti od inconsapevoli che fossero. E, nei decenni, ho suonato diversi strumenti, il pianoforte da bambino, poi gli anni del Conservatorio con la chitarra ed in età più matura la ri-scoperta del Classico Napoletano e l’ inevitabile innamoramento con i plettri, il mandolino e negli ultimi anni con la mandola. Grazie ad essi, ho iniziato a riscoprire me stesso, non solo dal punto di vista musicale e…. Spero che la storia continui ancora a lungo! Si, decisamente I love mandolin!
Email: robertopadula@gmail.comFacebook profilo: https://www.facebook.com/roblues64Facebook pagina: https://www.facebook.com/quartettoplectrum/Twitter Profilo: https://twitter.com/roblues64Instagram: ROBLUES64Google+: https://plus.google.com/u/0/+robertopadula/

Tiziana Minervini

 tiz

 E’ stato l’odore del legno che annusavo dalla buca a portarmi ad imbracciare per la prima volta una chitarra. Era di mio fratello maggiore e io avevo il divieto assoluto di toccarla, da bambina vivace e maldestra che ero. Ancora oggi sento quel profumo e cerco di carpirne la straordinaria meraviglia. Quando suono, i miei sensi si acuiscono e tutto il resto passa in secondo piano. La mia chitarra si è sposata in duo con un mandolino, si è imparentata poi, direi strettamente, con un quartetto a plettro ed oggi è parte della NapoliMandolinOrchestra. La chitarra e il mandolino sono strumenti che sanno passeggiare insieme in maniera brillante ed elegante e, soprattutto, sanno danzare, allietando le orecchie degli astanti.
Chi l’ha detto che il mandolino può suonare solo musica napoletana e non la cosiddetta “musica colta”? Ascoltateci e poi provate a rispondere.

 e-mail: tizminervini@gmail.com

Luca Petrosino

joe

Il mandolino mi ha aperto la mente. Mi ha fatto conoscere una musica che non conoscevo prima e mi ha dato la possibilità di esprimermi in un modo completamente nuovo. Quando lo strimpellai anni fa nel backstage di un concerto mi trovai subito a mio agio e da allora è diventato il mio strumento preferito, motivo di ispirazione per le mie canzoni e di miglioramento della tecnica di esecuzione anche su altri strumenti.
I LOVE MANDOLIN

Email:joepetro@hotmail.it

Luigi Del Gaudio

 luigi

Mi chiamo Luigi e sono un napoletano verace. Adoro follemente la mia città e la sua storia. La mia vita è divisa tra l’hotel dove lavoro e una delle passioni più forti che ho: la musica. Da anni cerco, col mio lavoro, di dare un’immagine diversa della nostra città a chi viene da fuori, consigliando luoghi poco conosciuti o raccontando semplicemente le nostre usanze o le nostre storie, e perché no anche a volte canticchiando le nostre canzoni. Questa duplice natura della mia anima, legata all’accoglienza e alla musica ha fatto si che potessi avvicinarmi al mandolino. Da molto sto condividendo con altri amici un sogno: quello di dare al a questo strumento una casa, che purtroppo al momento non ha, nella sua città. Riuscire a realizzare questo sogno, significherebbe aver fatto qualcosa di fattivo per Napoli. Significherebbe riappropriarsi di una parte della nostra storia e della nostra tradizione che ci rende famosi nel mondo ed unici nel nostro genere.

Email: luigigaudio89@gmail.com

Facebook: Luigi del Gaudio

Twitter: aloisius89

Instagram: Lovegino89

Enzo Preziuso

Enzo Sono nato in Giugno con una doppia vita come tutti i gemelli che si rispettino.,la prima e fatta di una persona tutta lavoro e famiglia ,la seconda, invece, un essere che si innamora di un sogno e cerca di realizzarlo e io ci sono riuscito quasi in tutti ,tranne quello di portarmi a letto Eleonora Giorgi negli anni 80, Oggi sogno un luogo dedicato al mandolino, che è una delle mie passioni trasmessa non a caso da mio padre che fu un divulgatore di questo strumento nel mondo, forse come diceva di me un allievo di papa’ riusciro nel mio sogno di mandolinista in quanto tengo le Crome nel dna le Crome nel dna.

Ivano Grimaldi

ivano

 In realtà io non ci ho mai avuto granché da spartire col mandolino,non è stato il classico “colpo di fulmine” visto che provenivo da studi classici col violino,ma dopo un po di anni a studiare queste cose ho sentito l’esigenza di avvicinarmi ad altri generi musicali quali la posteggia napoletana fatta prima col violino e successivamente con il mandolino.
La scintilla che mi è scattata dentro è stata accesa da mio zio Gennaro Cardone,mandolinista ma anche arrangiatore del gruppo dei Cimarosa;sentirgli suonare brani quali la danza di Rossini,la Ciarda,l’Ave Maria di Gounod (di cui mi ha donato una performance memorabile il giorno del mio matrimonio) in quella maniera mi ha convinto a dirottare decisamente il mio interesse verso questo meraviglioso strumento dalle mille sfumature.I love Mandolin.

Email : djivy76@gmail.com

 Massimiliano del Gaudio

max del gaudioWA0005

Napoli è la mia città.Lavoro nel settore della riabilitazione psicosociale e la musica è da semprepresente nella mia storia. Ho ereditato l’amore per la musica e per il classiconapoletano dai miei nonni. La mia nonna materna suonava il mandolino. Nella miafamiglia la grande musica napoletana, da Anepeta a Carosone, ha rappresentatosempre un punto di riferimento. Ho intrapreso lo studio di questo strumentonobile e popolare e da molti anni è parte della mia vita.

Email: massimilianodelgaudio@inwind.it

 

Sabrina D’Amato

Sabrina     Come nasce il mio amore per questo strumento? Sono stata fortunata, per me è stato facile, il dolce suono del mandolino di mio padre mi ha accompagnata per tutta la vita, era con noi in ogni occasione, ogni festa. Mio padre era ed è talmente innamorato del suo strumento, che suona con grande amore e passione, che diventare mandoliniste per me e mia sorella era inevitabile. Spero di poter essere un giorno in grado di far capire la bellezza del mandolino così come lui ha fatto con noi, dall’inizio.

Daniele la Torre

casa del mandolino daniele la torre

Lavora come mandolinista e cordista per svariate realtà musicali e negli anni produce musiche da film per il cinema indipendente e lungometraggi ( napoli interno giorno – bellezze in passerella – le case alte ).
Dal 2010 fonda Scat Gatt Orchestra, impegnandosi nella produzione  musicale alternativa. Fonda il progetto di musica antica Ciaola Ensemble  con il quale si esibirà per la Mostra dell’impossibile e per la rassegna belga di musica antica.
Partecipa a svariati street festival con la compagnia musica-teatro Kanteri, con Ilaria Cecere e Francesca Masucci.
Attualmente impegnato nella produzione di un Opera inedita dal titolo “ Trupea” con l’illustratore Danilo Colamonici e il flaneur Sergio Feliciano.

 

CANTANTI

Valentina Assorto

Vale

Nella mia famiglia c’è sempre stato un amore sviscerato per la Canzone Napoletana. Mia nonna conosceva tutte le parole anche dei brani meno noti e cantava con grande sentimento. Un suo fratello le cantava per professione, negli anni cinquanta. Così, esposta a questo splendido repertorio, mi ci sono avvicinata e ho cercato di fare miei alcuni pezzi che mi fanno vibrare il cuore. A vent’anni mi sono esibita nella mia prima “Posteggia”, insieme a mio padre, chitarrista prima e mandolinista poi, appassionato autodidatta. Il mandolino? È parte inscindibile di questa magia, che unisce la musica e i versi più belli della nostra cultura.

ATTORI

 Francesca Morgante

FrancyHo 24 anni. Sin da bambina ho sempre amato (e in modo folle) il Teatro e la Musica. A 15 anni ho cominciato a studiare canto moderno proseguendo con la recitazione, riuscendo a conseguire anche la laurea in Lettere moderne. I versi e le sonorità della tradizione classica napoletana, sono per me un impulso all’approfondimento, ma soprattutto, espressione di sensibilità uniche. Il mio secondo nome è Gitana dal momento che mi divido tra la musica, il teatro e la creazione di contenuti culturali e artistici. Ed è proprio in questa vita gitanense che si colloca un grande desiderio: dare un luogo alle emozioni e questo, grazie alla Casa del mandolino, credo sia possibile!

email: francescamorgante91@gmail.com

Facebook: www.facebook.com // Francesca Morgante

twitter: Gitanamente

Instagram: gitana_morgantessa